Home / Lavoro / Reddito di inclusione 2018

Reddito di inclusione 2018

Dal primo gennaio 2018 partirà il Reddito di inclusione (REI) quale misura unica per l’inclusione sociale. La misura intende rispondere all’esigenza di sostenere le persone singole o le intere famiglie che si trovino in grave disagio economico e sociale.

Insieme ad altri attivisti stiamo valutando la possibilità di organizzare un gruppo di lavoro per fornire in modo adeguato e congruo un supporto nella compilazione della modulistica e assistenza gratuita per gli adempimenti necessari alla fruizione del beneficio.

📌 Come accedere al ReI
La domanda debitamente compilata, può essere presentata all’Ufficio preposto a partire dalla data del 1° DICEMBRE 2017, su adeguato modello.
Il reddito di inclusione (REI) sarà erogato a partire dal 1° gennaio 2018.

 

📌 Quali nuclei familiari possono accedere al ReI
Possono accedere al REI i nuclei familiari al cui interno sia presente, al momento della presentazione della domanda e per l’intera durata dell’erogazione del beneficio, una delle seguenti condizioni:
1) Presenza di un componente di età minore di anni 18;
2) Presenza di una persona con disabilità e di almeno un suo genitore, ovvero di un suo tutore;
3) Presenza di una donna in stato di gravidanza accertata;
4) Presenza di un componente che abbia compiuto 55 anni, con specifici requisiti di disoccupazione.

📌 Condizione economica
Il nucleo familiare deve essere in possesso dei seguenti requisiti generali al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata della erogazione del beneficio:

  1. ISEE in corso di validità non superiore a 6.000 euro;
  2. ISRE pari o non superiore a 3.000 euro;
  3. Un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20.000,00 euro;
  4. Un valore del patrimonio mobiliare non superiore a 10.000 euro (ridotti a 8.000 euro per la coppia e a 6.000 euro per la persona sola)
  5. Nessun componente il nucleo deve risultare titolare di:
    prestazioni di assicurazione sociale per l’impiego (NASPI) o altri ammortizzatori sociali di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria.
  6. Inoltre il nucleo non deve risultare in possesso al momento della presentazione della domanda di autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei ventiquattro mesi, dodici mesi antecedenti la richiesta.

Le domande saranno valutate in ordine cronologico, in base alla data di presentazione, a partire dal 1 dicembre 2017

 

📌 Il REI è articolato in due componenti:

  1. Un beneficio economico erogato su 18 mensilità, con un importo che andrà da circa 190 euro mensili per una persona sola, fino a quasi 490 euro per un nucleo con 5 o più componenti.
  2. Una componente di servizi alla persona identificata, in esito ad una valutazione del bisogno del nucleo familiare che terrà conto, tra l’altro, della situazione lavorativa e del profilo di occupabilità, dell’educazione, istruzione e formazione, della condizione abitativa e delle reti familiari, di prossimità e sociali della persona e servirà a dar vita a un “progetto personalizzato“ volto al superamento della condizione di disagio.

Fabrizio Guadagno

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*