Home / Lavoro / Lavori di pubblica utilità per disoccupati: il Comune di Montoro tra gli enti finanziati

Lavori di pubblica utilità per disoccupati: il Comune di Montoro tra gli enti finanziati

Via libera dalla Regione Campania al finanziamento per le misure di politica attiva al lavoro: attività di pubblica utilità. Sono 38 gli enti campani che beneficeranno della misura attraverso progetti di cura del patrimonio, promozione e sicurezza del territorio, aggiornamento banche dati, recupero archivi e solidarietà sociale.

I destinatari sono ex percettori di ammortizzatori dal 2014, attualmente senza reddito. Percepiranno un’ indennità di 580 euro/mese per un impegno di 20 ore settimanali per 6 mesi. I requisiti fondamentali per poter accedere a tale misura poggiavano sull’obbligo di essere residenti o domiciliati in Regione Campania, essere ex percettori di indennità di sostegno al reddito nel periodo che andava dal 2014 al 2017 ed essere attualmente disoccupati ma comunque iscritti al Centro per l’Impiego.  

In provincia di Avellino sono 14 i comuni destinatari delle misure di politiche attive sul lavoro: 

Bonito, Montoro, Calabritto, Avellino (Consorzio dei Servizi Sociali A5), Manocalzati, Lioni, Savignano Irpino, Castel Baronia, Sturno, Andretta, Monteforte Irpino, Candida, Grottaminarda, Roccabascerana.

 

Lavoro

 

Ecco nel dettaglio i progetti e fondi destinati ad ogni comune:

Avellino (Consorzio dei Servizi Sociali A5): “Re Vita”, 33 lavoratori per 125.785,44 euro

Lioni:  “Progetto per la valorizzazione del patrimonio pubblico urbano”, 18 lavoratori per 65.356,20 euro

Grottaminarda: “Valorizzazione aree verdi”, 18 lavoratori per 65.087,12 euro

Montoro: “Piazze pulite 2.0”, 18 lavoratori per 63.511,63 euro

Calabritto: “Servizio di monitoraggio strade comunali”, 15 lavoratori per 54.572,60 euro

Andretta: “APU”, 13 lavoratori per 48.645,61 euro

Manocalzati: “Futura”, 8 lavoratori per 29.725,92 euro 

Monteforte Irpino: “Decoro e vivibilità”, 6 lavoratori per 23.081,04 euro

Roccabascerana: “Verde”, 5 lavoratori per 18.229,20 euro

Sturno: “Vivere il territorio”, 3 lavoratori per 13.442, 52 euro

Castel Baronia: “Paese pulito”, 3 lavoratori per 11.305,02 euro

Bonito:  “Lavora per te”, 2 lavoratori per 7.379,40 euro

Candida: “Richiami di coesione sociale”, 2 lavoratori per 7.324,50 euro

Savignano Irpino: “La salvaguardia per il territorio”, 1 lavoratore per 5.000 euro

 

 

fonte

 

 

 

 

 

 

Fabrizio Guadagno

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*