Home / Mobilità sostenibile / La pista ciclabile di via Risorgimento fra abbandono e degrado

La pista ciclabile di via Risorgimento fra abbandono e degrado

Dal 16 al 22 settembre in tutta Italia torna la Settimana Europea della Mobilità!

 

L’obiettivo della Commissione Europea è sensibilizzare cittadini e amministrazioni sul tema della mobilità sostenibile mettendo al centro la bicicletta, principale attore della mobilità attiva e intelligente, rispettosa dell’ambiente e delle persone, in particolare in ambito urbano.

Per ottenere città più vivibili e maggiore sicurezza negli spazi urbani occorre integrare in maniera virtuosa le diverse modalità di trasporto (mezzi a impatto zero come la bicicletta, il trasporto pubblico e quello privato).

A Montoro abbiamo una sola pista ciclabile, quella di via Risorgimento; poteva essere un’interessante passeggiata ma purtroppo verte in uno stato di abbandono e degrado: rifiuti di ogni genere, nessuna segnaletica stradale, autoveicoli parcheggiati che ostacolano il passaggio.

Dopo le segnalazioni dello scorso anno, la pista è stata solo riasfaltata. Manca ancora la segnaletica, non è stata mai avviato un piano di manutenzione ordinaria, ci sono delle fioriere ma fungono da cestino dei rifiuti.

Questa situazione oltre a constatare lo spreco di denaro pubblico e il disservizio offerto ai cittadini per un’opera che rappresenterebbe una valida opportunità anche per praticare dello sport all’aria aperta e in piena sicurezza, conferma il “totale disinteresse” dell’Amministrazione di Montoro nei confronti di un sistema di mobilità urbana in grado di diminuire gli impatti ambientali, sociali ed economici generati dai veicoli privati.

 

Sfoglia le foto del percorso ciclopedonale di Via Risorgimento datate settembre 2017. (Attendi il caricamento della galleria fotografica) 

 Pista ciclabile - Via Risorgimento 09/2017

 

 

 

 

 

Fabrizio Guadagno

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*